Cari concittadini,

 

 

Il Comune di Milano Assessorato al Turismo, Marketing
Territoriale, Identità in collaborazione con il Consiglio di Zona sono lieti di poter contribuire con entusiasmo alla
organizzazione della sagra medioevale di Chiaravalle, una
manifestazione che si annovera tra le più significative del
nostro territorio. Al contrario dei molti luoghi comuni che
contraddistinguono il Medioevo, tale periodo rappresentò per  l’arte e la cultura un grande slancio intellettuale sospinto
soprattutto dal fervore religioso diffuso fra tutti i ceti sociali. Visitando di recente l’Abbazia di Chiaravalle ho trovato una presenza viva e tangibile della medesima passione che ancora oggi distende la sua ombra nel cuore
delle genti e di tutti gli abitanti del quartiere, che attraverso la valorizzazione della storia del territorio e la riscoperta del proprio passato si  proiettano in un futuro in cui cambiamenti sociali, urbanistici e culturali diventano espressione più autentica dell’identità di chi qui vive e lavora.

Vorrei concludere questo mio breve messaggio, ringraziando tutti coloro che con il loro impegno e dedizione si sono
adoperati per il successo di questa manifestazione rivolgendo a loro e a voi tutti le parole di San Bernardo, fondatore dell’Abbazia: “Venne la fine dei tempi, cadeva la sera e il sole già declinava. Il sole di giustizia si era da poco eclissato, così che sulla terra scarso era il suo splendore e debole il calore. Infatti la luce che apre alla conoscenza delle cose di Dio era ridotta quasi a zero anzi, quasi a niente e nel crescere della cattiveria anche
l’ardore della carità si era raffreddato. Nessun angelo in quel cielo, nessuna luce di profeta: tacevano come vinti dalla disperazione, stanchi per la durezza degli uomini chiusi nella loro ostinazione”.

 

 

Massimiliano Orsatti

Assessore al Turismo, Marketing Territoriale,

Identità del Comune di Milano